High Voltage Cycling Team sempre presente per la solidarietà!

HIGH VOLTAGE CYCLING TEAM sempre presente per la

A Maggio il team ha partecipato alla 39^ DUE RUOTE PER DUE CAMPANILI, organizzata dalla G.S. RESPACE BIKETEAM SEREGNO A.S.D. in collaborazione con la G.S. Avis. Dal 2014 anche in memoria di Luigi Mariani, storico sponsor dell’evento. Una manifestazione che ha portato diversi amatori e società ciclistiche a pedalare per 120Km da Tortona a Seregno con tappa a Pontecurone, per rendere omaggio a Luigi Orione, dove nacque e che in seguito fu fondatore della Piccola opera della Divina Provvidenza. La manifestazione ha preso il via dal santuario della Madonna della Guardia a Tortona, preceduta da una benedizione di tutti i presenti, bici incluse. Una foto di rito, un lungo applauso e dopo le raccomandazioni degli organizzatori, il corteo di colori e carbonio è pronto alla partenza. Le bici insieme ai loro fantini sfilano per le vie del centro

come se fossero delle modelle in passerella, la gente si avvicina ai bordi della strada incuriosita nel vedere così tante bici, qualcuno accenna ad un applauso, ci sentiamo tutti protagonisti di una giornata all’insegna della solidarietà, per rendere omaggio a tutti gli ospiti degli istituti di Tortona, Pontecurone e Seregno. A metà percorso ci siamo fermati per un ristoro di tutto rispetto all’ombra di un gran porticato e di piante, che ci hanno dato sollievo in questa calda giornata. Fatto il pieno di forze e sali minerali ci siamo rimessi in strada, ora però senza più soste con destinazione Seregno e arrivo simbolico alle ore 16 presso Piccolo Cottolengo «Don Orione» dove è già in atto la festa di Maria Ausiliatrice. La manifestazione si è conclusa con il ringraziamento agli organizzatori e la consegna di un riconoscimento a tutte le squadre che hanno partecipato. 

A Giugno il team era presente alla manifestazione “13ma PEDALATA IN AMICIZIA” organizzata dalla G.SANTAMBROGIO A.S.D. di Seregno in memoria del camilliano Don Luigi Pozzi seregnese e parroco di Vocca in provincia di Vercelli. Il gruppo di ciclisti si è svegliato all’alba in una Seregno ancora addormentata, con i semafori lampeggianti e con un pallido sole che ci ha accompagnato per tutti i 130 km. A metà percorso ci siamo fermati per far riposare le gambe e la scorta tecnica, pronta per qualsiasi guasto alle nostre bici, ha allestito un piccolo ristoro mettendo a disposizione di tutti un buon panino e qualche integratore, per ricaricare le batterie e affrontare l’ultimo tratto di strada, il più bello paesaggisticamente parlando. 

Si costeggia il fiume Sesia in un alternarsi di suggestivi scorci e bella vegetazione che ci regala profumi di montagna. Uno sguardo al cielo e quel pallido sole che ci ha accompagnato, cede purtroppo il posto a nubi minacciose. Il passo si fa più accelerato e veloce per scongiurare un arrivo bagnato. La pedalata si è conclusa come da programma a Rimasco in Val Sesia dove ad attenderci c’era una meritata doccia calda e un pranzo rigenerante. Il rientro a Seregno è stato organizzato sempre dalla G.SANTAMBROGIO A.S.D. tramite un pulmino che, per alcuni di noi, ha conciliato il sonno e ci ha permesso di riportare la bici a casa. Un’altra bella domenica all’insegna dello sport e della solidarietà.

A Settembre non potevamo mancare alla manifestazione “6° raduno per le strade della Brianza” organizzata dalla G.S. RESPACE BIKETEAM SEREGNO A.S.D. in collaborazione con la G.SANTAMBROGIO A.S.D. di Seregno in memoria del ciclista Stefano Gottardo e di Giacinto Santambrogio. Quest’ultimo originario di Seregno, quartiere Crocione. Tra i dilettanti ottenne una ventina di successi, passò professionista nel 1969 con la Molteni, Passista-velocista, abile soprattutto nel ricoprire ruoli di gregariato, gareggiò in seguito per la Salvarani e la Bianchi-Campagnolo, diventando uno dei luogotenenti di Felice Gimondi. Chiuse la carriera alla Inoxpran, nel 1979. Abbiamo affrontato un percorso a velocità controllata che ha dato la possibilità a tutti, anche ai meno allenati di poter partecipare. Partenza da Seregno e arrivo al santuario del Ghisallo passando da Magreglio: Anche questa volta il corteo di bici si è fatto largo tra le strade di Seregno formando un biscione lungo e suggestivo in un cotesto di festa e allegria, nessuna competizione, solo la voglia di pedalare per ricordare un Seregnese d’eccellenza. Da Magreglio la salita è meno impegnativa rispetto al versante di Bellagio, ma nonostante questo c’è chi ha voluto allungare il passo. L’auto che precedeva la manifestazione, inflessibile, non ha ceduto al richiamo dei più scalmanati. Ecco ultimo strappo prima del santuario, ci guardiamo intorno, vediamo che i gruppi si compattano e noi facciamo altrettanto per un arrivo tutti insieme.

Il piazzale è gremito di bici e non solo, il brusio aumenta con l’arrivo di tutti e basta un colpo d’occhi per rendersi conto che siamo davvero in tanti. Il rientro è stato fatto dopo la consegna di un attestato di partecipazione con arrivo al 10° posto per la squadra più numerosa. Il Team ha la borsa sempre pronta, perché vuole supportare e dare luce a questi eventi, quello che conta non è l’ordine di arrivo ma il piacere di onorare e omaggiare queste giornate! Alla prossima !!